La Chiesa Sant’Atanasio in Ficarazzi si innalza sulle ultime propaggini della rocca su cui poggia il Castello. Essa fa da meraviglioso sfondo al Corso Umberto I:l’arteria principale del paese.

Venne costruita circa l’anno 1722 col concorso del Principe Giardina quasi contemporaneamente al riadattamento del Castello fatto pure da questo grande Mecenate di Ficarazzi.

La Chiesa è lunga circa 30 m.,larga circa 15 m. ed alta fino alla vetta del campanile circa 25 m.

Il prospetto della Chiesa presenta un portale in pietra aspra,una finestra circolare con decorazioni in calce e l’orologio che da più di 100 anni con la sua caratteristica suoneria segna le ore tristi e liete del paese. Definiscono il prospetto il castelletto,le campane e la guglia in rame.

L’interno della Chiesa presenta armonie di forme e simmetria di linee. La navata ampia e lunga è delimitata da ambo i lati da 4 Cappelle:le 4 a destra sono dedicate alla Madonna del Carmelo,a Sant’Atanasio,a San Francesco d’Assisi (cappella organo) e all’Addolorata (cappella in cui trovano riposo i resti mortali di Padre La Rocca),mentre le 4 a sinistra dedicate a San Giuseppe,al Crocifisso delle Grazie(pregevole opera in legno del ‘600 che assieme all’altare della stessa Cappella fatto in marmo detto  «granatello di Spagna» provengono dalla primitiva Cappella che si trova nell’atrio del Castello), a San Francesco di Paola e al Sacro Cuore di Gesù.

Il soffitto della Chiesa,decorato dal pittore bagherese De Simone a motivi floreali e geometrici,presenta due grandi pitture:l’Assunta al centro e la SS. Trinità nell’abside.

Nell’arco trionfale che divide la navata dall’abside campeggia la scritta riassuntiva della dottrina di Sant’Atanasio:HAEC EST CATHOLICA FIDES (Questa è la Fede Cattolica). Le suddette decorazioni furono ultimate nel 1912. Subito dopo questi grandi lavori portati a termine per interessamento del venerato Padre La Rocca la Chiesa fu consacrata dal Card. Lualdi il 28-05-1912.

Dall’alto dell’Altare Maggiore domina la statua della Madonna in un soave atteggiamento mistico-materno.

 

Contenuti di: "Ilenia Militello" 

Informazioni aggiuntive